MOTORQUALITY DISTRIBUTORE ESCLUSIVO MITJET PER L'ITALIA - +3902249511  info@mqcorse.it
Gazzè Guida Una Mitjet

Riportiamo di seguito l’articolo tratto da La Gazzetta dello Sport

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Tra note e rombo di motori. Suonare il basso o il piano e scalare le marce suscitano le stesse emozioni per Max Gazzè che si divide tra il suo vero lavoro e quello che sarebbe potuto diventare, il pilota di alto livello.

Canto in pista Domenica il 45enne romano tornerà a Vallelunga dove girerà dalle 12 alle 15 con una nuova racing, si tratta della Mitjet in grande spolvero in tutta Europa (è un 2000 cc a 4 cilindri, motorizzata Renault, di marca francese) in Italia ce ne sono appena 15 esemplari, in Francia circa 80, ma stanno crescendo le richieste in tutta Europa visto il basso costo (40mila euro).

Gazzè è un grande appassionato, dalle prime esperienze con i kart (è stato anche collaudatore per la Birel), ai rally, passando per la Formula 3000 e i GT, ha corso anche con Ferrari, Maserati e Porsche. «Correre è sempre stata una grandissima passione, così appena posso, ma soprattutto quando mi invitano a provare nuove macchine non so proprio dire di no. Le sensazioni nell?indossare tuta e casco sono sempre le stesse».

C’è stato anche un momento della sua vita in cui ha dovuto fare una scelta, «ho dovuto smettere, era diventato un grande impegno che richiedeva determinate rinunce a quella che sarebbe poi diventata la mia vera attività».

Tra palco e pista Quella di Max, che vive a Roma dal 1991, dopo esser stato per molti anni tra Belgio, Inghilterra e Francia, lui che ha papà di origine transalpine e madre greca, è una vera e propria mania.

Si è tolto diverse soddisfazioni al volante di monoposto importanti come la Benetton di Giancarlo Fisichella, su invito di Briatore a Silverstone, dove ha anche ottenuto dei buoni tempi, o con la Arrows di Damon Hill.

Una passione nata negli anni 80 quando il padre aveva una Daf bianca fino all’acquisto di un’importante Hummer.

Scarlata Gianluca

Cerca