post

Benvenuti nel nuovo sito della Mitjet Italian Series

Ed eccoci qui, nuova stagione agonistica, nuovo sito.

Abbiamo scelto la semplicità e l’immediatezza per la nuova casa della Mitjet Series italiana sulla Rete. Un sito che mette al centro le informazioni utili, le documentazioni necessarie per partecipare al campionato, le notizie e il racconto. Questo non mancherà. Un sito che, ovviamente si arricchirà di contenuti, sezioni, argomenti, nel corso dell’anno perché sarete anche voi a contribuire a costruirlo. Poi ci saranno anche gli appassionati che, speriamo, non solo non dovranno mancare, ma saranno anche i benvenuti in questo spazio. Chiaramente tutto quello che abbiamo costruito nelle prime due edizioni è raggiungibile qui per buona parte dell’anno. 

Chiaramente tutto quello che abbiamo costruito nelle prime due edizioni è raggiungibile qui per buona parte dell’anno 

Le sezioni centrali: “gli eventi della Mitjet Series” e “Area Download” rappresentano il cuore del sito.
Gli eventi della Mitjet Series | Ogni evento presenta una scheda dedicata all’interno della quale troverete tutte le informazioni utili correlate. La sezione è anche divisa per “Categorie” e “Luoghi” perché non parleremo solo di gare, ma anche di raduni, track day, incontri, daremo spazio anche alle iniziative di tutti i team legati al mondo Mitjet e degli appuntamenti internazionali della Serie. Ecco che quindi questa sezione diventerà il calendario di tutto quanto riguarderà il mondo Mitjet.

L’appuntamento in scadenza lo trovate anche sulla destra della pagina. All’interno della scheda dell’appuntamento troverete tutte le informazioni utili.

Area Download | Una sezione divisa in tre sottocategorie. Qui è pubblicata una lista in ordine cronologico di documenti e risorse per i media. Sono tutti scaricabili e, relativamente alle fotografie, in alta risoluzione.

Avremo tanto da scrivere, per adesso buon inizio a tutti e gas!

 

post

Il Chi è chi della Mitjet Italian Series

Qui potete trovare tutti i contatti utili per le vostre esigenze :

Informazioni generali | info@mqcorse.it

Frédéric Lupo (Responsabile Mitjet Italian Series) |Tel. +39 3357458343 |email: fredericlupo@motorquality.it

Fabio Vailati (Race & Tech support Mitjet Italian Series ) | Tel. +39 3480193121 | email: fabiovailati@motorquality.it

Marco Della Monica (Responsabile Uff.Stampa e Comunicazione) | Tel. +39 3356211912 | email: comunicazione@mqcorse.it

Veronica Giuliani (Ricambistica e commerciale) | Tel. +39 0224951258 | email: veronicagiuliani@motorquality.it

 

post

Mitjet la via di passaggio

La Mitjet Italian Series attrae sia nuove squadre che scuderie di lungo corso del motorsport italiano.  Un’ulteriore segnale di una vettura punto di incontro di esigenze ed esperienze diverse. Oggi parliamo con un po’ di questi protagonisti.

Siamo ancora nel pieno della sosta invernale, quando le auto da corsa sono in garage o iniziano a scaldarsi per i primi test privati. Ma a scorrere la lista dei Team che saranno protagonisti della stagione 2017 della Mitjet Series, spicca un dato su tutti: un alternarsi di scuderie debuttanti (o poco più) con altre di grande esperienza. Quello di schierare nuovi nomi al fianco di strutture conosciute è una caratteristica di successo di questa Serie. Ne abbiamo parlato con qualche team manager creando una sorta di tavola rotonda virtuale per comprendere il loro modo di vedere il mondo Mitjet.  Il Team Giudici, per esempio. “La macchina è tecnica, non ha elettronica e privilegia le capacità di guida. Ecco la forza ed il valore della Mitjet: mette al centro della scena la velocità e la destrezza del pilota”.

La macchina è tecnica, non ha elettronica e privilegia le capacità di guida. Ecco la forza ed il valore della Mitjet: mette al centro della scena la velocità e la destrezza del pilota (Gianni Giudici)

Per Gianni Giudici è questo il punto centrale della Mitjet, lo stesso che ha convinto Gianpiero Sala a fondare la Besa Racing per debuttare nella Serie affiancandola ad un possibile programma endurance con i prototipi. “Credo che sia uno dei passaggi migliori per chi proviene dal kart – ci dice Sala – perché il kartista, che al 99% è attirato dalle monoposto, si sta accorgendo che una carriera nelle ruote coperte è più accessibile. E allora ecco che la Mitjet può rappresentare una scelta molto indovinata perché è una via di mezzo tra un kart e una vettura. Leggera, molto chiara nel suo comportamento, ti consente di andare forte quasi da subito senza particolari difficoltà”. Il passaggio in Mitjet per i giovani kartisti è una scelta indovinata anche per Simone Rosei della CRAM che oltre alla Mitjet sarà impegnato, con il suo team, nel Campionato Italiano di F4: “la Mitjet è un oggetto di divertimento, ma può essere una scelta utile per i giovani che vogliono mettersi in evidenza nel mondo delle ruote coperte. Rispetto alle altre categorie i suoi costi di gestione sono molto più abbordabili e quest’anno, con la concomitanza dell’ultima gara con la Formula 4 oltra alla presenza fissa in un contesto come il GT, ci sarà un deciso innalzamento della visibilità”. C’è poi un altro punto che caratterizza Mitjet come luogo non solo di agonismo, ma anche di aggregazione: il Mitjet Village. Intorno e dentro al Mitjet Village si svolge l’intero week end di gare e si costruiscono relazioni e si scambiano esperienze. Per Paolo Ansaloni della Composit “l’hospitality è una valore aggiunto spaventoso. Lo considero una chiave importante del Campionato sotto diversi punti di vista, da quello logistico per la squadra a quello relazionale”.

Una vettura poliedrica adatta ai giovani piloti, a quelli con più esperienza e ai gentleman driver, quindi, una struttura mobile come il Mitjet Village punto di incontro e sintesi di tutta la Serie, ma anche, sempre in ottica imprenditoriale, una categoria che consente di pianificare i costi con una certa precisione: “economicamente – sottolinea Giudici – è fondamentale poter programmare con una certa cura costi ordinari e straordinari. Con la Mitjet sai esattamente dove ti stai muovendo e gli scostamenti non sono mai drammatici. La dinamica economica è sempre gestibile anche di fronte a imprevisti non calcolati. E questo è un altro punto di forza”