MOTORQUALITY DISTRIBUTORE ESCLUSIVO MITJET PER L'ITALIA - +3902249511  info@mqcorse.it
Stupendo Weekend Di Gara Al Paul Ricard!

La prima tappa del Mitjet Italian Series si corre insieme alla serie Francese sul bellissimo tracciato del Paul Ricard struttura modernissima e con servizi di primissimo livello, accompagnata dall’ottima organizzazione all’interno del villaggio Mitjet.

L’unica cosa che contraddistingue l’inizio del week end agonistico è il meteo, imprevedibile con scrosci d’acqua e sole che rende duro il lavoro di messa a punto da parte dei team che optando per assetti ibridi vengono premiati o penalizzati durante il turno di prove a seconda dell’intensità della pioggia.

Venerdi:

Prove libere

Si inizia con le prove libere, il primo turno è riservato ai Pro: scendono in pista Di Benedetto, De Matteo e Garbelli con tantissima acqua e senza conoscere la pista. Tutto fila liscio senza intoppi e i nostri piloti si posizionano a centro gruppo senza prendersi rischi.

Il secondo turno spetta agli AM e Malvestiti che fa coppia con Di Benedetto con il team The Club segna il miglior tempo con pista quasi asciutta davanti al suo compagno di squadra Blanco che è un rookie a tutti gli effetti come anche il giovanissimo Cordini, sedicenne del team AP Motorsport in coppia con Garbelli, anche lui fa un’ottima performance senza commettere errori e posizionandosi subito dietro i migliori piloti francesi.

Sabato:

Qualifiche: PRO

Si inizia alla mattina presto con pista umida e gomme rain, Davide di Benedetto si posiziona in 3 posizione a 4 decimi dal primo il francese Weyrich, con un assetto intermedio che lo penalizza nel primo intermedio. Con l’asciugarsi della pista, anche Alfredo De Matteo che lo segue tre posizioni dietro soffre nello stesso intertempo. Enrico Garbelli del team AP Motorsport lo segue a ruota e riesce col passare dei giri a trovare il giusto feeling sull’umido.

Qualifiche AM:

Già dalle libere del venerdi si era intuito che Francesco Malvestiti era in palla, sua la pole su pista quasi asciutta rifilando oltre 8 decimi al secondo e primo tra i piloti francese Pascal Corinti. Secondo tra gli Italiani il giovanissimo Michael Cordini bravo a non commettere errori e a migliorarsi costantemente e a seguire l’altro rookie Francesco Blanco che non è riuscito a ripetere l’ottima performance delle libere.

Gara 1 AM:

Malvestiti partito dalla pole teneva la testa della corsa per circa 1/3 della gara, dopo mano mano che la pista si scaldava il suo assetto troppo morbido non gli permetteva di resistere agli attacchi dei transalpini. Un corpo a corpo fino alla bandiera a scacchi lo portava a chiudere in 4 posizione dietro a Baud, Weyrich e Revol e primo tra gli italiani.

Il suo compagno di squadra Francesco Blanco faticava a trovare il giusto ritmo nei primi giri. Col passare del tempo Blanco migliora costantemente i suoi tempi senza commettere errori e chiudendo secondo tra gli italiani. Michael Cordini partito bene guadagna subito diverse posizioni e si portava a centro gruppo, purtroppo alla fine del primo giro un contatto lo costringe ad un rientro nei box da dove ripartiva poco dopo per completare la gara e fare giri utili per fare esperienza.

Domenica

Gara n.2 PRO:

Domenica si inizia con un meteo buono e pista asciutta, Di Benedetto partito dalla prima fila grazie alla penalizzazione di un pilota retrocesso di due posizioni prende subito il comando della gara. Garbelli partito bene si gira nel corso del primo giro e riparte da dietro. De Matteo si mantiene a centro gruppo con lotte serratissime con continui sorpassi. Di Benedetto conduce la gara fino a 2 giri dal termine, poi viene raggiunto e superato da Baud , in un duello serrato il pilota italiano lo ripassa ma a due curve dal traguardo fa un piccolo errore e deve cedere la leadership a Baud che va a vincere con meno di  2 decimi di vantaggio, terzo arriva il coriaceo De Matteo  che grazie alla sua tenacia riesce a trarre vantaggio da dei contatti tra due concorrenti che lo precedono sfilandoli e guadagnando cosi il terzo gradino del podio. Garbelli nella sua rimonta riesce comunque a far segnare tempi interessanti che gli avrebbero permesso di lottare con i primi

Gara n.3 Endurance:

Nel nuovo format questa è la novità più importante, gara lunga con cambio pilota con tempo imposto di 3 minuti per la sosta. Il meteo grazia l’ultima gara di questo bellissimo week end pieno di emozioni. Partenza con il sole, si inizia con i Pro, al verde il solito di Benedetto fa da lepre. Si mette subito la comando, De Matteo rimane imbottigliato a centro gruppo in un corpo a corpo con i piloti transalpini e inizia a recuperare. Garbelli parte bene e rimane attaccato la gruppo centrale.  Nel corso dei primi giri Di Benedetto spinge fortissimo guadagnando decimi su decimi ad ogni giro sul velocissimo Baud. Di Matteo anche lui guadagna alcune posizioni ma un’errore al tornantino che immette sul rettilineo finale gli fa perdere diverse posizioni. Nel frattempo Garbelli guadagna ad ogni giro posizioni con una vettura velocissima e molto a punto. Si apre la finestra di tempo per effettuare il cambio e la perfetta strategia di The Club permette a Malvestisti di ripresentarsi in pista con circa 4 secondi su Baud. Anche Blanco sostituisce De Matteo che nel frattempo aveva recuperato a suon di giri veloci parte del gap che lo separava dal gruppo. Blanco, rookie per eccellenza del gruppo Italiano si comporta benissimo e senza commettere errori e sbavature inizia il suo stint con grande determinazione. Anche Il diciasettenne Cordini prende il volante della sua Mitjet, ma un’errore di guida prima e un errore al muretto box poi, negano al team e ai piloti una posizione migliore, anche in considerazione dei tempi che hanno fatto registrare nel corso di questa ultima gara. I colpi di scena non sono finiti e a pochi giri dalla fine l’inseguitore di Malvestisti , Baud si ritira per un contatto, sembra fatta per il team The Club che deve amministrare 24 secondi sul secondo ma a 2 giri dal fine problemi di pescaggio benzina fanno temere il peggio rallentando Malvestiti che riesce comunque a tagliare per primo il traguardo con 3 secondi su Weyrich e Revol, Blanco chiude al quinto posto e Cordini all’ottavo.

Il week end finisce nel migliore dei modi con la vittoria di un team e piloti Italiani, veramente bravi tutti che senza conoscere la pista e in condizioni meteo difficili si sono comportati benissimo dimostrando quanto il livello dei team e piloti italiani siano alto in tutte le condizioni anche in un circuito molto tecnico che nessuno conosceva.

Appuntamento alla gara di Monza ai primi di Giugno, pista di casa per eccellenza. Intanto, vi lasciamo la Classifica definitiva del week end di Paul Ricard.

Cerca